SOCIAL MEDIA

mercoledì 9 dicembre 2015

Recensione: Il segreto della crisalide - Denise Aronica


Ho mosso mari e monti per arrivare a questo momento il più in fretta possibile: non vedevo l'ora di leggere Il segreto della crisalide dal momento stesso in cui i miei occhi hanno posato lo sguardo sulla trama.
Ho conosciuto Denise quando ho deciso di entrare nella blogosfera - il 26 Settembre 2015, giorno di apertura del blog - perché, bisognosa di una grafica, avevo notato il suo stile elegante e delicato dal blog di Alessia - Il profumo dei libri. Denise mi ha colpita subito, non solo per il suo ovvio talento, ma per la gentilezza e disponibilità verso una persona che a tutti gli effetti non conosceva. Forse vi sembrerà strano, o forse sarete d'accordo con me, ma trovare persone così gentili non è ordinario, non è scontato e quando capita nasce dentro di me quella speranza che mi fa tornare a credere che questo mondo non sia costellato di soli egoisti.
Col tempo ho imparato ad apprezzarla anche per il suo blog Reading is Believing e ad oggi posso dirvi con certezza che spero di poter approfondire sempre di più la sua conoscenza - si capisce quando una persona è vera, onesta e trasparente; quando vedi quel qualcosa in più e ti rendi conto che non hai davanti una proiezione virtuale di chissà chi, ma una potenziale vera amica.

Mi sono dilungata troppo, è arrivato il momento di parlare del motivo per cui ora sono qui a scrivervi.



IL SEGRETO DELLA CRISALIDE

Denise Aronica


TRAMA:

Sono passati quasi nove mesi da quando i genitori di Olivia sono morti, ma lei non è ancora riuscita a farsene una ragione. Sa di non essere pronta a passare oltre e a lasciarli andare per sempre e non intende sforzarsi per farlo, così trascorre le sue giornate a tenere il conto del tempo che passa in modo maniacale, imbrattandosi il braccio con un pennarello, chiusa nella sua nuova camera a casa dei nonni, a leggere fino a dimenticarsi di tutto il resto.
Nemmeno per Max, il suo fratellino di otto anni, è semplice riuscire a fare breccia nella solida armatura che Olivia ha costruito tutto intorno a sé e anche i nonni, pur sforzandosi di non darlo a vedere, non potrebbero essere più preoccupati per lei, che si rifiuta persino di parlare con uno psicologo.
Sarà per via della sua reticenza e testardaggine a rifiutare qualsiasi tipo di sostegno che nonna Margherita prenderà una decisione drastica. Olivia sarà costretta a frequentare per un paio di mesi una sorta di centro estivo molto particolare, gestito da un’amica di vecchia data di sua madre, in cui un’equipe di specialisti si occupa di aiutare adolescenti affetti da dipendenze comportamentali.
Proprio lì al centro, grazie alla compagnia di Daniel, un nerd dipendente dai videogiochi, e di Andrea, una ragazza viziata, volubile e misteriosa, Olivia riuscirà finalmente a lasciarsi andare e ad aprire un po’ il suo cuore. Il dolore per la sua terribile perdita però, continuerà ad assillarla, soffocando sul nascere ogni più piccolo sprazzo di felicità. Olivia sarà così costretta a rendersi conto che dovrà iniziare a lottare con tutte le sue forze per riuscire ad avere di nuovo il controllo sulla sua vita prima che sia troppo tardi.



«A volte bisogna solo trovare il coraggio di morire per rinascere dalle proprie ceneri.»

Da che ho memoria, penso di non aver mai letto un libro in soli due giorni... e sono anche stati due giorni piuttosto impegnativi.
Ho iniziato questa storia a cuore leggero; non sapevo bene cosa aspettarmi, non avendo mai letto un racconto scritto da Denise, ma dentro di me avevo la sensazione che questo libro mi avrebbe regalato tanto... e così è stato.

Il segreto della crisalide non è una storia d'amore, non è un romanzo che parla di drammi adolescenziali, non è uno dei tanti racconti scritti da neo-scrittori, né il frutto di un'esordiente autrice al suo secondo libro: è un percorso di crescita interiore capace di offrire diverse sfumature; un viaggio che parte dal primordiale sentimento per chi ti ha messo al mondo, verso quello della persona che ti prende per mano per accompagnarti in ogni futuro domani; un'intima analisi di un personaggio che, in giovane età, si ritrova a dover affrontare una delle parti più dolorose della vita... la perdita dei propri genitori.
Olivia è tra le pochissime protagoniste femminili dei romanzi che non ho odiato; sono entrata in empatia fin dalle prime righe e ho tifato per lei fino all'ultima parola dell'epilogo. Ho amato come la scrittura di Denise mi abbia permesso di entrare nella storia, vivendola emozionandomi dal primo all'ultimo capitolo.
Daniel... lui è qualcosa di indescrivibile, sfido a non innamorarsene - e ve lo dice una che di solito corre dietro i bad-guy, crudeli e senza anima. Ho adorato questo ragazzo, profondamente e incondizionatamente; ha delle accortezze nei confronti di Liv che sciolgono anche i cuori più freddi, imprevedibile e misterioso quanto basta.
A differenza di molti romanzi letti, l'autrice ha dato il giusto spazio a tutti i personaggi, compresi i secondari  - e non solo -, permettendo al lettore di legare anche con loro ed essere coinvolto dalle loro storie. Non ha lasciato in sospeso nulla, ha messo ogni tassello al suo posto, sempre nel momento opportuno.

* * * ATTENZIONE * * *
Da qui in poi ci sono spoiler!

Vorrei poter parlare delle parti che ho amato, ma sono davvero tantissime e mi ritroverei tra un mese ancora qui a scrivere... allora ho deciso di appuntarmi, durante la lettura, tre scene che mi hanno colpita e/o fatto battere davvero tanto il cuore:


  • Nel capitolo 2, quando il fratellino Max ha una crisi e lei frena la sua voglia di scappare via, correndo invece a calmarlo. Mi sono proprio commossa nel leggere questa scena, Denise è stata terribilmente brava, ricordandomi che a volte non è così semplice vivere la vita dei personaggi dei libri;
  • Nel capitolo 21, quando Riccardo perde la ragione e inizia a prendersela con il fratello, che a differenza di lui ha iniziato a migliorare e intraprendere il percorso verso la guarigione. Questo per me è stato un colpo di scena, nel senso che non mi aspettavo sarebbe stato un personaggio secondario a cedere alle pressioni di quel luogo... l'autrice è stata brava, a mio avviso, anche in questo;
  • Nel capitolo 23, il primo bacio. Forse dovrei fermarmi qui, il momento è talmente ben descritto e ricco di emozioni che ogni mia parola potrebbe solo rovinarlo. Perfetto, lasciatemi dire solo questo.
Mi sento di spendere delle parole anche per il vasto numero di argomenti che sono stati trattati: dall'infinita serie di libri citati, ai giochi di ruolo, videogame e come dimenticare il percorso di rinascita di quel bruco al quale, inevitabilmente, ci si affeziona.

Durante la lettura di questo romanzo mi sono commossa - più volte -, mi sono stupita, mi sono innamorata, ma soprattutto ho avuto modo di riflettere e accogliere il regalo fatto dalla scrittrice.
Custodirò gelosamente questa storia e le riflessione che mi ha permesso di fare dentro di me per sempre... e per questo ringrazio dal profondo del mio cuore Denise.


STREPITOSO

11 commenti :

  1. Ciao Jen ^.^
    Ma che bella recensione! Si vede che il romanzo ti ha emozionato tanto *.*
    Io ce l'ho sul kindle in attesa e spero di riuscire a iniziarlo il prima possibile, ne ho sentito parlare solo bene e poi le storie di questo tipo sono le mie preferite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il complimento, mi riempi di gioia - ci tengo a scrivere delle belle recensioni e ci metto sempre tutta me stessa. Devo dire che questa volta il merito è soprattutto del bellissimo libro scritto da Denise. :)
      Non vedo l'ora di sapere la tua opinione <3

      Elimina
  2. Va be' cioè Y.Y dillo che mi vuoi far commuovere, dillo! No, scherzi a parte, mi sono venuti i brividi già alle prime parole *-* e credimi se ti dico che verso di te ho avuto le stesse sensazioni! E non so tu, ma io ho a che fare con davvero un numero considerevole di persone, ma davvero raramente mi capita di scorgere quello che ho visto in te :') quindi il "feeling" (chiamiamolo così :P) è assolutamente reciproco!

    Comunque sei stata davvero davvero troppo cara! Non ci sono proprio parole per esprimere la mia gratitudine o per dirti quanto io abbia apprezzato questa recensione :') posso tranquillamente dire che Liv e Daniel ti sono entrati sottopelle come hanno fatto con me e non potrei che essere più fiera del fatto di essere riuscita a trasmetterti così tanto! Penso che un autore non potrebbe concedersi di desiderare di meglio... ti ringrazio vivamente dal profondo del cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', diciamo che ho reso pan per focaccia xD tu mi hai fatta commuovere con libro... quindi ora siamo pari!
      Scherzi a parte, come ti ho scritto su fb: ho solo cercato di rendere il più chiaro possibile quanto mi ha emozionato la tua storia, quanto mi sono entrati dentro i personaggi e quanto sei stata brava. <3
      Ogni singola parola scritta arriva dal cuore e meriti ogni complimento possibile. :)

      Elimina
  3. Ciao Jen! Ho sentito parlare molto bene di questo libro, entra direttamente nella mia WL e spero di leggerlo presto =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è davvero ben scritto e con una storia stupenda. :) Attenderò una tua recensione <3

      Elimina
  4. Recensione stupenda, parole meravigliose per una persona altrettanto bella... concordo con tutto ciò che hai scritto di Denise *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Valeria! :) Sì, Denise è davvero splendida <3

      Elimina
  5. Recensione stupenda :D Se lo hai letto in soli 2 giorni, e non è da te, allora è davvero da non perderselo ;) Lo aggiungo in wishlist ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, te lo consiglio assolutamente! E grazie mille per il complimento <3

      Elimina
  6. Bellissima recensione, da cui traspare che ti ha coinvolto! Non lo conoscevo, ma entra nella mia whislist!!!

    RispondiElimina